[ita]

Valentina Vetturi è ricercatrice e artista visiva e performativa nata nel 1979 nel sud Italia.

.
La sua pratica artistica intreccia scrittura, performance e ricordo, al di là della dimensione privata e ricercando inattese possibilità visive. Vetturi guarda alla scrittura come una pratica estesa che comprende la parola e il suono in una dimensione scultorea. Le voci e i personaggi che popolano le sue performance e installazioni sono veicoli di frammenti di realtà in apparenza molto distanti tra loro. Hacker, ghostwriters,  direttori d’orchestra (in mancanza di orchestra), i ricordi sonori di malati di Alzheimer, fino alla scomparsa di Ettore Majorana, messa in scena in una partita di scacchi, essi si muovono al confine tra presenza e assenza, interpreti invisibili del mondo che ci circonda.

Lunghi processi di ricerca performativa sono all’origine delle opere di Valentina Vetturi, la cui forma finale, dalla scena teatrale alla performance quotidiana su un treno pendolare, dal racconto sonoro alla scrittura come segno, esclude qualsiasi cornice linguistica data.

.
Le sue mostre personali e collettive più recenti includono: “Illuminate”, Zug, Svizzera; Noorlandsoperan, Umeå, Svezia (2018); ALL’APERTO, Fondazione Zegna, Torino, Italia (2017); Quadriennale 16, Roma, Italia; Strauhof, Zurigo, Svizzera; .Point Perf, Ginevra, Svizzera (2016); Museo MACRO, Roma, Italia (2015); Museo MAXXI, Roma, Italia; Kunsthalle Göppingen, Germania; Tranzit.ro, Bucarest, Romania (2014); Istituto Svizzero di Roma, Roma (2013); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Italia; Viafarini, Milano, Italia (2012).

.
Valentina Vetturi sta lavorando alla produzione di: – Alzheimer Café III una performance dedicata al rapporto tra suono e memoria – Learning Money, una performance parte del ciclo dedicato alle tecnologie del web e alle loro implicazioni sulla digitalizzazione della nostra vita.

.
Il percorso personale e professionale di Valentina è stato plasmato da un approccio transdisciplinare e da incontri inaspettati. Ha conseguito studi classici seguiti da una laurea in giurisprudenza, un master in arte e architettura del paesaggio e attualmente è iscritta a un Master of Science in Digital Currencies.

Le opere di Vetturi sono presenti in collezioni private e pubbliche tra cui: MAXXI e MACRO a Roma.

[eng]

Valentina Vetturi is a visual and performance artist and researcher born in 1979 in the south of Italy.

Her artistic practice interweaves writing performance and memory beyond the private sphere and seeking unexpected visual possibilities. She looks at writing as an extensive fictional practice that concerns words as well as sounds in a sculptural dimension. Her text and sound based performance and installations depict a crowd of characters -hackers, ghostwriters, Alzheimer patients, orchestra conductors, chess players, commuters among others- whose actions and lives inhabit the boundaries between presence and absence, visibility and invisibility.

Vetturi’s most recent solo shows and group exhibitions include: “Illuminate”, Zug, Switzerland; Noorlandsoperan, Umeå, Sweden (2018); ALL’APERTO, Fondazione Zegna, Turin, Italy (2017); Quadriennale 16, Rome, Italy; Strauhof, Zurich, Switzerland; .Point Perf, Geneva, Switzerland (2016); MACRO Museum, Rome, Italy (2015); MAXXI Museum, Rome, Italy; Kunsthalle Göppingen, Germany; Tranzit.ro, Bucharest, Romania (2014); Istituto Svizzero di Roma, Rome (2013); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Turin, Italy; Viafarini, Milan, Italy (2012).

Valentina Vetturi is currently working on the production of: 
- Alzheimer Café III a performance dedicated to the relationship between sound and memory 
- Learning Money, a performance part of the cycle dedicated to the internet technologies and their implications on the digitalization of our life.

Valentina’s personal and professional path has been shaped by a transdisciplinary approach and by unexpected encounters. She made classical studies followed by a Degree in Law, a Master in Landscape Art and Architecture and she is currently enrolled in a Master of Science in Digital Currencies.

Her works are in private and public collections including: MAXXI and MACRO in Roma.

 

curriculum vitae